Vassily Solodkyy - Tenore - W Print
Bio-it-it

Nato nel 1991 a Ternopil in Ucraina, inizia a 7 anni lo studio del pianoforte nella scuola di musica statale Barvinsky di Ternopil, proseguendo poi i suoi studi presso il liceo musicale S. Krushelnizka. Nel 2007 si trasferisce in Italia, dove a Rimini inizia lo studio del canto presso la scuola privata Santa Cecilia. Attualmente continua a specializzarsi sotto la guida di Valeria Esposito.
Nel 2010 entra a far parte del coro A. Galli di Rimini e ha l’occasione di esibirsi in opere quali Aida, Carmen, Nabucco, Barbiere di Siviglia, Carmina burana oltre che in una serie di concerti. Nel 2015 viene ammesso al progetto LTL opera studio per la produzione de La vedova allegra di Franz Lehar debuttando nei teatri del Giglio di Lucca, Verdi di Pisa e Goldoni di Livorno. Si esibisce nei vari concorsi e audizioni, in particolare l’audizione andata a buon fine organizzata dalla Fondazione Luciano Pavarotti nell’aprile 2016 al teatro di Modena ed è finalista alla 7° edizione del concorso internazionale di canto Renata Tebaldi a San Marino.
A novembre 2016 partecipa insieme al coro del teatro Regio di Parma al Nabucco in scena all’Opéra di Monte Carlo, mentre nel 2017 si esibisce ne Le siège de Corinthe, opera inaugurale al Rossini Opera Festival 2017. A gennaio del 2018 partecipa alla produzione di Der fliegende Holländer per l’apertura della stagione lirica del teatro Petruzzelli di Bari.
Viene poi ammesso all’Accademia Verdiana 2018 organizzata dalla fondazione del teatro Regio di Parma dove si specializza con Giovanna Casolla, Barbara Frittoli, Leo Muscato, William Matteuzzi, Fiorenza Cedolins, Cecilia Gasdia, Fabrizio Carminati, Simone Savina, Sonia Ganassi, Vincenzo De Vivo.
Ha da poco debuttato il ruolo di Nemorino ne L’Elisir d’amore al Teatro Comunale di Modena e Carpi con l’associazione Appennino InCanto, all’interno del progetto Modena Città del Belcanto in un’edizione speciale per bambini e famiglie; si esibisce inoltre in una serie di concerti organizzati dalla Fondazione Luciano Pavarotti.
Più recentemente ha partecipato alla produzione de I due Foscari (Fante), opera inaugurale al Festival Verdi 2019 e di Rigoletto (Borsa) per lo Sferisterio Opera Festival di Macerata. È stato Pong nella Turandot con la regia di Pierluigi Pizzi nella Rete Lirica delle Marche e, sempre nello stesso circuito, Remendado nella Carmen.
A luglio 2020 debutta al Festival della Valle d’Itria di Martina Franca nel Borghese Gentiluomo e in una serie di concerti prossimi impegni prevedono il debutto al Wexford Festival Opera in Ein Wintermarchen.

Luglio 2020

Legal information
/
Privacy
/
Site map
/
Contact us
Copyright 2011 Stage Door Srl / p.iva 02460411206